Archivi categoria: Contratto Scuola

ARAN :ORIENTAMENTI APPLICATIVI SCUOLA 15 GIUGNO 2021

L’ARAN il 15.6.2021 ha pubblicato i sottoelencati orientamenti applicativi sulla scuola che rispondono ai seguenti quesiti:

CIRS83Come si interpreta la disposizione legislativa di cui all’art. 1, comma 249 della legge n. 160/2019, c.d. legge finanziaria 2020, secondo cui le risorse iscritte nel fondo di cui all’art.1, comma 126 della legge n. 107/2015 già confluite nel fondo per il miglioramento dell’offerta formativa sono utilizzate dalla contrattazione integrativa in favore del personale scolastico senza ulteriore vincolo di destinazione? Tali risorse possano essere estese anche al personale DSGA data l’ipotesi del CCNI del 31.08.2020 e la dichiarazione congiunta ad essa allegata che sembrerebbe fare riferimento al DSGA quale ulteriore soggetto destinatario delle risorse stanziate dal D.L. n. 104/2020?

CIRS84 Ad un docente con un rapporto di lavoro part-time verticale che presta l’attività lavorativa per 9 ore su 18, è ancora applicabile il riproporzionamento giornaliero dei permessi di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/92, ciò anche a seguito di alcune sentenze intervenute in materia?

CIRC85 Il dirigente scolastico può attribuire incarichi al personale collaboratore scolastico assunto con contratto a tempo determinato fino al termine delle attività didattiche e/o per un breve periodo?

CIRS86 Per un dipendente ATA  quali sono le modalità di fruizione dei permessi ex art. 33, comma 3, legge n. 104/1992 in relazione all’art. 32 del CCNL Istruzione e ricerca del 19.04.2018?



QUESITO: I PRIMI 30 GIORNI SONO RETRIBUITI AL 100% FINO A 12 ANNI VITA DEL BAMBINO-ARAN CIRS 24.2.2021

Una docente pone il seguente quesito: ho lavorato sempre nel privato ora ho preso una supplenza nella scuola , ho un bambino di 10 anni vorrei sapere se chiedo il congedo parentale come mi verrà retribuito.
Purtroppo l’ARAN ha sempre risposto – SCU098 del 5.4.2016(clicca qui) e SCU038 del 7.11.2011(clicca qui) da ultimo CIRS44 del 24.2.2021(clicca qui) -:che la retribuzione per i primi 30 giorni spetta per intero solamente fino a 6 anni di vita del bimbo (un tempo era fino ai 3 anni); nel caso venga richiesta oltre i 6 anni e fino agli 8 tocca per intero solamente se si ha un reddito inferiore al trattamento minimo di pensione a carico dell’Inps(Attualmente 2021 euro 16756,35- Circ. INPS 10/2021 punto 4).In caso sia superiore si ha diritto al 30% della retribuzione.
NON SPETTA ALCUN TRATTAMENTO ECONOMICO SE IL BAMBINO HA PIU’ DI 8 ANNI E FINO A 12.
Ci sono state sentenze favorevoli agli interessati per la retribuzione al 100% dei primi 30 giorni ma valgono solo per i ricorrenti (inter partes ).
Potrebbe la scuola retribuirle al 100% , ma poi la Ragioneria in fase di controllo del decreto farà rilievo in quanto si atterrà alle disposizioni dell’ARAN – CIRS44 del 24.2.2021(clicca qui).



CONGEDO PER ASSISTERE DISABILE :STIPENDIO

Una docente vuol chiedere il congedo straordinario per il figlio portatore di handicap grave e chiede come verrà retribuita.

Al docente che chiede il  congedo biennale retribuito per i figli con handicap grave di cui all’art. 42 D.Lgs.151/2001 comma 5 (come sostituito da art. 4 Dlvo 119/2011 con commi 5, 5-bis, 5-ter, 5- quater, 5-quinquies)anche  frazionato, nell’arco della vita lavorativa , non spetta alcuna retribuzione ma spetta un’indennità corrispondente all’ultima  retribuzione percepita , con riferimento alle voci fisse e continuative del trattamento (a cui aggiungere rateo tredicesima) (art. 42 comma 5-ter D.Lgs.151/2001-IGOP 21.5.2014 n. 30855).
Il congedo è utile SOLAMENTE ai fini del trattamento di quiescenza, mentre non è valutabile in alcun modo né ai fini del TFR ( indennità di buonuscita) né del TFS(Informativa Inpdap n. 30 del 21 luglio 2003), ma non è utile  ai fini della progressione di carriera(Circ. MEF 25.2.2005 n. 487) , né alla maturazione delle ferie(il riconoscimento delle ferie infatti è strettamente legato all’effettivo svolgimento del servizio) e né alla maturazione della tredicesima mensilità(art. 42 comma 5-quinquies D.Lgs 151/2001)
L’ IGOP   però in merito alla tredicesima mensilità con nota  prot. 30855 del 21.5.2014 ha chiarito   che il rateo di 13 mensilità in quanto voce fissa e continuativa maturata mensilmente deve essere computato nel calcolo dell’indennità da corrispondere ( Messaggio MEF n. 77 del 13.6.2014 ) e che la legge(art. 42 comma 5-quinquies D.Lgs 151/2001)  parla di non utilità ai fini della maturazione della tredicesima per evitare una doppia corresponsione dell’emolumento.
Va ricordato però che il Contratto sulla mobilità del personale della scuola riconosce il periodo di congedo utile per la maturazione del punteggio per il servizio e che lo stesso non interrompe la continuità del servizio.



ORIENTAMENTI APPLICATIVI ARAN :ASSENZE MATERNITA’

Si segnalano i recenti orientamenti applicativi Comparto Istruzione e Ricerca settore Scuola(C.I.R.S.) che confermano gli orientamenti espressi nei precedenti anni SCU098 del 5.4.2016(clicca qui) e SCU038 del 7.11.2011(clicca qui):

  1. CIRS44 del 24.2.2021(clicca qui). Quale è il limite temporale ed il relativo trattamento economico del congedo parentale riconosciuto ad entrambi i coniugi nell’arco dei primi dodici anni di vita del bambino?
  2. CIRS45 del 24.2.2021(clicca qui). In caso di parto plurimo i primi 30 giorni del congedo parentale retribuiti al 100% si riferiscono a ciascun figlio?
    Si segnala inoltre il Chiarimento per il comparto Ministeri per assenza malattia del figlio adottato da usufruire entro i 3 anni di vita del bimbo.
    ORIENTAMENTI APPLICATIVI_M92 del 27.5.2011(clicca qui).In caso di genitori adottivi, qual è il periodo entro il quale è possibile retribuire le assenze dovute a congedo per malattia del figlio?
    Si segnala inoltre il chiarimento per il comparto AGENZIE FISCALI riguardanti la sospensione del congedo parentale per malattia della madre.
    AGF_044_ORIENTAMENTI APPLICATIVI del 21.6.2012 (clicca qui) . La malattia della madre insorta durante la fruizione di un periodo di astensione facoltativa ne provoca l’interruzione?
    in tal senso l’interpello del Ministero del lavoro del 28.8.2006 prot. 25(clicca qui) che dà risposta positiva alla sospensione del congedo parentale, su richiesta dell’interessato, in caso di insorgenza di malattia del bimbo.
    Tale interpello richiama la circolare dell’INPS n 8 del 17.1.2003 che prevede la sospensione del congedo parentale, a domanda dell’interessato, a fronte dell’avvenuta malattia del genitore.


DOCENTI NON DI RUOLO: CALCOLO FERIE ED EVENTUALE PAGAMENTO

I DIPENDENTI NE0-ASSUNTI HANNO DIRITTO A 30 GIORNI DI FERIE COMPRENSIVI DELLE 2 GIORNATE DI FESTIVITA’ SOPPRESSE E DOPO 3 ANNI DI SERVIZIO PRESTATO A QUALSIASI TITOLO SPETTANO 32 GIORNI COMPRENSIVI DELLE DUE FESTIVITA SOPPRESSE.
Il numero di ferie per anno scolastico(360 giorni dal 1.settembre al 31 agosto) è determinato in proporzione al servizio prestato:
-giorni 2,66 per ogni 30 giorni di servizio prestato per coloro che hanno diritto a 32 giorni annuali;
-giorni 2,50 per ogni 30 giorni di servizio prestato per coloro che hanno diritto a 30 giorni annuali;
SPETTANO INOLTRE PER 4 GIORNATE DI RECUPERO FESTIVITA’ SOPPRESSE per anno scolastico NELLA MISURA DI 1 GIORNO OGNI 3 MESI DI SERVIZIO(C.M. 17.3.78 n. 74 e Tesoro IGOP RGS 22.5.85 n. 119751).

i supplenti fino al 31 agosto possono godere delle ferie durante i mesi di luglio e agosto.

I supplenti temporanei, i supplenti fino al termine delle lezioni o fino al 30 giugno in base all’art. 5 comma 8 del D.L. 6 luglio 2012 n. 95 (legge 7.8.12 n. 135)come modificato da art. 1 comma 55 legge n. 228 del 24.12.2012- LEGGE STABILITA’ 2013) devono godere delle ferie nei periodi di sospensione delle lezioni comprese vacanze natalizie e vacanze pasquali ad esclusione di quelli destinati agli scrutini, agli esami di stato ed alle attività valutative- art. 1 comma 54 (clicca qui). Il comma 56 dell’art 1 della legge 228/2012(clicca qui) disapplica dal 1.9.2018 quanto previsto dal comma 2 dell’art. 19 del CCNL 29/11/2007 terzo e quarto periodo sulla fruizione non obbligatoria delle ferie nei periodi di sospensione dell’attività didattica con la conseguente retribuzione delle stesse.
IL MEF RGS con nota del 4/9/2013 prot. 72696(clicca qui) trasmessa con nota del 6.9.2013 alle Ragionerie territoriali dello Stato, ha dato chiarimenti in merito a quesiti posti su retribuzione ferie non fruite.
Vengono pertanto retribuite solo i giorni di ferie di cui non si può godere nell’ambito del contratto ( l’art. 1 comma 55 Legge 228/2012 recita: “limitatamente alla differenza tra i giorni di ferie spettanti e quelli in cui è consentito al personale… di fruire delle ferie” clicca qui)-vedi anche DICHIARAZIONE CONGIUNTA N. 1 AL CCNL SCUOLA 2016/2018-pag. 74- e art. 41 comma 2 – pag. 15- dello stesso(clicca qui).



FERIE E FESTIVITA’: DOCENTE DI RUOLO

Un docente di ruolo che deve presentare la domanda di ferie ed ha più di 3 anni di servizio chiede quanti giorni deve indicare considerato che ha usufruito di 5 mesi e 5 giorni di aspettativa per motivi di famiglia.
PREMESSO CHE
1)IN BASE ALL’ART. 13 DEL CCNL SCUOLA I DIPENDENTI NE0-ASSUNTI HANNO DIRITTO per anno scolastico(dal 1 settembre al 31 agosto= 360 giorni) A 30 GIORNI DI FERIE COMPRENSIVI DELLE 2 GIORNATE DI FESTIVITA’ SOPPRESSE E DOPO 3 ANNI DI SERVIZIO PRESTATO A QUALSIASI TITOLO SPETTANO 32 GIORNI COMPRENSIVI DELLE DUE FESTIVITA SOPPRESSE;
2)NELL’ANNO DI ASSUNZIONE O DI CESSAZIONE DAL SERVIZIO, IN PROPORZIONE DEI DODICESIMI DEL SERVIZIO PRESTATO . LA FRAZIONE DI MESE SUPERIORE A 15 GIORNI E’ CONSIDERATA A TUTTI GLI EFFETTI COME MESE INTERO
RISPONDO AL QUESITO:
Lei avendo prestato nell’a.s. 2020/21 giorni 205 cioè 6 mesi e 25 giorni che vanno arrotondati a 7 mesi (360 giorni – 155 aspettativa) ha diritto a mio parere a 19 giorni di ferie.
La scuola infatti deve procedere così:
32(giorni) : 12 (mesi) = 2,666 * 7(mesi)= 18,66

Per i 4 giorni di festività soppresse per anno scolastico ha diritto a 2 giorni in quanto si procede così:
4 (giorni) :12 ( mesi )= 0,33 * 7(mesi) = 2,31 giorni.
oppure applicando la seguente formula:
360 : 4= giorni utili : x
e quindi: 360: 4 =210: x
da cui X= 210x 4/360= 2,33
arrotondato 2




DOMANDA ASSEGNI FAMILIARI DAL 1 LUGLIO 2021

A seguito del messaggio INPS 17 GIUGNO 2021 N. 2331 il MEF – RAG. GENERALE STATO – ha emanato sull’argomento la Circolare n. 17 del 23 giugno 2021 nella quale si precisa: “il decreto legge 8 giugno 2021, n. 79, recante “Misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori”, all’articolo 5, ha riconosciuto agli aventi diritto all’assegno per il nucleo familiare, a decorrere dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, una maggiorazione di euro 37,5 per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli, e di euro 55 per ciascun figlio, per i nuclei familiari con almeno tre figli.”

Alla circolare sono allegate (clicca qui) sia le tabelle contenenti i livelli di reddito sia il modello domanda