FC: SEDI LIBERATE DAI PENSIONAMENTI A.S. 2015/16

L’USP di Forlì ha pubblicato oggi 2 marzo 2015(clicca qui) le sedi liberate dai pensionamenti dal personale docente ed ATA a.s 2015/16.
In particolare 180 pensionamenti e precisamente:

20 Ass. Amm.
2 Ass. Tecn.
17 Coll. scol.
4 DSGA
16 docenti  infanzia
35 docenti scuola primaria
36 docenti scuola media  di cui 1 non libera alcun posto (A028: 2; A030: 5; A032: 1; A033: 4; A043: 6 ; A059:11; A245: 1 ; Psico: 4;  Religione: 1)
50 docenti scuola superiore di cui 2 non liberano alcun posto(A017:3; A020:1; A021: 1; A029: 6;  A034:1; A036: 2; A037:1; A038: 1;A042: 2; A047: 2; A049: 3; A050: 5; A051: 5; A052: 1;A058: 2; A060: 1;A074: 1; A246:1; A346: 5;C240: 2; C260:1; C270:1; C320:1)

 

 

 



MOBILITA’ : VALUTAZIONE SERVIZIO PRERUOLO SCUOLA PARITARIA

 

A seguito di quesiti posti da alcune neoimmessi in ruolo sul servizio prestato nella scuola paritaria nei trasferimenti si precisa, come prevede l’ultimo capoverso della premessa alle note comuni alla tabelle dei trasferimento :

Il servizio prestato nella scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera con queste eccezioni:

-servizio prestato fino al 31.8.2008  nelle scuole paritarie primarie che hanno mantenuto lo status di parificate  congiuntamente a quello di  paritarie e quindi indipendentemente dal riconoscimento della parità.
Lo status della parifica, che è quello che dà diritto alla valutazione del servizio , è legata a convenzioni che in base alla legge 27 del 3.2.2006(D.L. 5.12.2005 n. 250) art. 1- bis comma 6 si sono risolte di diritto al temine dell’a.s. 2007/08 come precisa la circolare  5.2.2010 prot n. 153  dell’ USR del Piemonte(clicca qui).

– servizio comunque prestato nelle scuole paritarie dell’infanzia(ex materne) comunali. Non deve quindi essere riconosciuto il servizio svolto presso scuole materne divenute paritarie, ma private.
E’ lo status di comunali, che è quello che da diritto alla valutazione del servizio.

In sostanza la parità sia per le scuole elementari parificate sia per le scuole  materne comunali non influisce sulla valutazione del servizio prestato.

Come nel passato (art. 485 c. 1 e 2  del Dlvo 16.4.1944 n. 297  e art.1 e 2 D.L. 19.6.1970  n. 370 conv. in legge 26.7.1970 n. 576) si valutano i servizi prestati nella scuola elementare parificate  in base al possesso dello status di parifica e i servizi prestati nelle scuole materne comunali  in base allo status di comunali.

Per un approfondimento del problema si rimanda ad apposito articolo da me pubblicato nel 2012(clicca qui).

Normativa di riferimento:

Nota Mef prot. 69064 del 4.8.2010 ( che cita sia la nota Miur 15830 del 20.10.2009 sia la Nota Miur  prot. n. 5356 del 5.5.2010 indirizzate  in risposta dal Miur all’USP di Bologna ed al’USR di Torino) (clicca qui)

 

 



DOMANDE MOBILITA’ : VALUTAZIONE SERVIZIO PRERUOLO MATERNA PER DOCENTI DI SCUOLA SECONDARIA

 

Per rispondere ad un quesito posto da una docente delle superiori da 1.9.2014 a seguito di passaggio dalla scuola materna dove aveva 6 anni di ruolo e 5 anni di pre-ruolo di scuola materna preciso che sia nei trasferimenti sia nelle graduatorie interne di scuola media e/o superiore :
1) il servizio non di ruolo di scuola materna non va in alcun modo valutato(non viene riconosciuto ai fine della ricostruzione di carriera) , invece quello di scuola elementare va valutato ;
2) il servizio di ruolo di scuola materna(GRAZIE AI SINDACATI) , come quello di scuola elementare invece va valutato come servizio pre-ruolo.

Il discorso diventa chiaro per il punto 1) compilando l’ALLEGATO D dichiarazione dell’anzianità dei servizi per gli insegnanti di scuola secondaria pag. 3 lettera c( vanno indicati solo servizi riconoscibili ai fine della carriera)



15 MARZO 2015: SCADENZA DOMANDA PARTIME PERSONALE SCUOLA

 

Si ricorda che la domanda per la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo pieno in rapporto a tempo parziale va presentata dal personale docente, educativo ed Ata al dirigente scolastico entro il 15 marzo  2015.

Entro la stessa data il personale in parttime dall’1.9.2013 o dagli anni precedenti,  può chiedere il rientro a tempo pieno.

NON DEVE PRESENTARE DOMANDA CHI E’ IN PARTTIME DALL’1.9.2014 IN QUANTO IL  CONTRATTO DI PARTTIME HA UNA DURATA SENZA LIMITI DI TEMPO E SOLO DOPO DUE ANNI PUO’ ESSERE “DISDETTO” cioè si può chiedere il rientro a tempo pieno.

Il tempo parziale, durata minima 2 anni, può essere :

a) con articolazione della prestazione di servizio ridotta in tutti i giorni lavorativi (tempo parziale orizzontale);

b) con articolazione della prestazione su alcuni giorni della settimana, del mese, o di determinati periodi dell’anno (tempo parziale verticale);

c) con articolazione della prestazione risultante dalla combinazione delle due modalità indicate alle precedente lettere a) e b) (tempo parziale misto), come previsto dal D.Lvo 2.2000, n. 61.

Il personale con rapporto di lavoro a tempo parziale è escluso dalle attività aggiuntive aventi carattere continuativo.

L’USP di Forlì ha inviato alle scuole le istruzioni operative per il parttime in data 16.1.2015(clicca qui), con cui demanda alle scuole la gestione delle domande di parttime(nuovi parttime- modifiche orario- rientro a tempo pieno) ed emissione del relativo provvedimento.

Sul sito dell’USP  di Forlì il modulo domanda(clicca qui)

 



PROROGA PRESENTAZIONE DOMANDA CESSAZIONE SESTA SALVAGUARDIA ANCHE OLTRE IL 2.3.2015

Il Miur non avendo ancora  l’INPS proceduto all’analisi di tutte domande presentante il 5.1. 2015( da voci di corridoio risulta che solamente coloro che avevano presentato domanda lo scorso anno e non erano rientrate nella cessazione dall’1.9.2014 hanno ricevuto comunIcazione dall’INPS) ha diramato oggi 27.2.2015 una nota la 6748  pubblicandola nella pagina della Direzione  Generale del Personale scolastico(clicca quI) con la quale comunica che saranno accettate le domande presentate anche successivamente alla data del 2 marzo di cui alla nota 9.2.2015 prot. 4441 di cui avevo data notizia in un precedente articolo(clicca qui)

 

 

 

Documenti allegati



EMANATA CIRCOLARE ORGANICI 2015/16

Il Miur ha diramato la nota prot. 6753 del 27.2.2015 avente per oggetto.”Dotazioni organiche del personale docente per l’anno scolastico 2015/16-Trasmissione schema di Decreto interministeriale” pubblicandola nella pagina della Direzione Generale del personale scolastico (clicca qui)

Alla nota sono allegati anche  i quadri orario in formato zip.

La circolare è stata preceduta da due note  datate 25.2.2015 sull’apertura delle funzioni , la nota n. 723 su scuole statali infanzia- primaria -I grado e la nota 734 su scuola secondo grado.Le note pongono le seguenti date per acquisizione alunni classi etc:
primaria dal  26-2   al   7-3
Infanzia dal   26-2   al   7-3
I grado  dal    26-2   al 21-3
II grado dal    27-2   al 26-3

 

 



USP FO: MODULISTICA MOBILITA’ 2015/16 DOCENTI E ATA DOMANDE DI TRASFERIMENTO E PASSAGGIO

il giorno 26.2.2015 l’USP  di Forlì ha pubblicato sul sito (clicca qui) una  nota datata 26.2.2015 con cui da notizia della O.M. MOBILITA’, del CCNI  e delle relative scadenze di presentazione delle domande fissata al 16 marzo per il personale docente e dal 18 marzo  al 15 aprile per il personale ATA  assieme alla modulistica in formato .zip sia dei docenti (Dichiarazione personale e dichiarazione legge 104 ) sia dell’ATA (Dichiarazione personale ATA , dichiarazione legge 104 , ALLEGATO D ATA- ALLEGATO E ATA- Dichiarazione relativa al punteggio aggiuntivo- Dichiarazione servizio continuativo)
Gli altri Moduli del personale docente (ALLEGATO D Scuola secondaria,ALLEGATO D Scuola primaria,  ALLEGATO F servizio continuativo, DICHIARAZIONE PUNTEGGIO AGGIUNTIVO e ALLEGATO F-1) si trovano  in formato zippato sul sito del Miur(clicca qui) come  allegato zip alla Nota Miur prot. 6434 del 24.2.2015 sotto la voce”Fac_simili ALLEGATI.ZIP”

Documenti allegati



MOBILITA': DATI UTILI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

Per ridurre i tempi di compilazione  della domanda è indispensabile ;

1) essersi registrato  in ISTANZA ONLINE e avere USERNAME e PASSWORD ( solo le stesse utilizzate per la posta elettronica del Miur)

2)il CODICE PERSONALE  per inviare domanda

LE CATEGORIE DI PERSONALE SONO DUE:

A) Chi presenta la domanda per la prima volta(neonominati in ruolo) deve avere con se:

1) il decreto di nomina in ruolo

2)un elenco dei servizio pre-ruolo prestati, suddivisi per anno scolastico (si ricorda che sono valutabili solo i servizi prestati per almeno 180 giorni o ininterrottamente dal 1 febbraio  fino al termine degli scrutini o delle attività didattiche).

3) un elenco di tutti i titoli posseduti( concorso, laurea, corsi di perfezionamento, master, dottorato, ecc, ecc…) con dicitura, data di conseguimento, votazione;al fine di poter poi individuare i titoli valutabili( è consigliabile avere anche copia dei documenti).

4)  dati della persona cui si chiede il ricongiungimento(compresa la data di decorrenza della residenza): coniuge, genitori, figlio etc

5) elenco delle sedi scolastiche (20 per infanzia e primaria, 15 per secondaria di I e II grado) in ordine di preferenza;

6) eventuale certificazione per verificare il diritto a legge 104(tale documentazione va poi presentata cartacea alla scuola)

TUTTI I DATI SOPRACITATI SERVONO PER COMPILARE SIA LE DICHIARAZIONI PERSONALI SIA L’ALLEGATO D

B) Chi ha già presentato la domanda di trasferimento l’anno scorso oppure negli anni precedenti: deve avere tutti gli allegati già presentati(ALLEGATO D, DICHIARAZIONE PERSONALE, eventuale ALLEGATO F etc ) che vanno aggiornati

Si allegano ad ogni buon fine  per il personale docente:

ALLEGATO D SCUOLA SECONDARIA

ALLEGATO D SCUOLA PRIMARIA

FACSIMILE DICHIARAZIONI PERSONALI

DICHIARAZIONE PERSONALE LEGGE 104

DICHIARAZIONE FAMILIARI NON IN GRADO DI PRESTARE ASSISTENZA

ALLEGATO F (da utilizzare soltanto se si è al 4 anno di servizio con titolarità nella stessa scuola)

La compilazione di detti allegati o aggiornamento degli stessi, possibilmente in una chiavetta USB, deve essere fatto prima della compilazione della domanda di mobilità online.