ARRETRATI CONTRATTO 2018

Una docente di scuola elementare gradone 15 anni dal 1.1.2016 con cedolino in mano mi ha chiesto quanto percepirà di arretrati  NETTO IN TASCA del CCNL  2018 da gennaio 2016 a  febbraio 2018.

Ho elaborato la tabella allegata che riporta il totale lordo degli arretrati(2016-2017 e gennaio-febbraio 2018) dei docenti di scuola infanzia-primaria, di scuola media e di scuola superiore.

La docente in esame avrà 446,60 euro lordi che diventano netti in tasca tolte le ritenute assistenziali  e previdenziali(11,95%) ed IRPEF(A.P. e A.C.)  295,72 euro.

Infatti agli arretrati 2016 e 2017 lordi 400,40 dopo aver  applicate le ritenute assistenziali e previdenziali( 11,95% per primaria ed infanzia per un ammontare di euro 47,84- 11,15% per gli altri) diventano euro  352,55.Va poi applicata su 352,55 l’aliquota media A.P.(- varia da persona a persona-24,54% come si rileva dal cedolino dell’interessata per un ammontare d  euro 86,51)   e il totale diventa nette  in tasca 266,036.

Gli arretrati gennaio e febbraio 2018 di euro  lorde 46,20 dopo aver appli cate le ritenute assistenziali e previdenziali(11,95% nel caso in esame  per un ammontare di euro 5,52) diventano 40,68 poi applicando l’Irpef A.C. (aliquota massima rilevabile dal cedolino 27%  della docente per  complessive euro 10,98) diventano nette in tasca 29,69.

Ognuno di noi , con la tabella allegata avendo in mano il proprio cedolino in fondo al quale  è  indicata sia l’aliquota massima che l’aliquota media,  dopo aver tolto le ritenute assistenziali e previdenziali al lordo (11,15% o per infanzia- primaria 11,95%)  e applicando l’aliquota media per gli arretrati del 2016 e il 2017 e l’aliquota massima per gli arretrati del 2018(in genere 27% o 38%), può calcolare i netti  arretrati in tasca.