POTREBBE CAPITARE ANCHE A TE: CONCORSO

Una docente che aveva regolarmente inoltrato domanda per la partecipazione al concorso di lingue, non si è ritrovata negli elenchi degli ammessi.

Ha scritto all’USR  e poi anche al Miur

Si è scontrata con un muro di gomma nonostante avesse chiesto spiegazioni in merito. Risposta dell’USR: Lei è inclusa nell’elenco degli esclusi non possiamo fare nulla. E’ intervenuto il Miur sollecitando un riscontro all’USR, l’USR  ha continuato a dire che l’interessata è rientrata nel sistema annullando di fatto la domanda.

RISPOSTE DATE AL TELEFONO MA NON FORMALIZZATE PER ISCRITTO.

in effetti l’interessata lo stesso giorno 22.3.16 aveva presentato la domanda che poi aveva annullata. di questo ne aveva avuto prova sia nell’archivio che nelle due email ricevute.

Poi aveva inoltrata di nuovo  il 22.3.16 la domanda che era presente nell’archivio e di cui aveva ricevuto email.

AVEVA FATTO IL 30.3.16 LO SCREENSHOT DELL’ARCHIVIO IN CUI RISULTAVANO 3 FILE DI CUI SOLO UNO NOMINATO ANNULLATO

SUCCESSIVAMENTE QUANDO NON SI E VISTA NELL’ELENCO DEGLI AMMESSI ALLA PROVA SCRITTA ANDANDO A CONTROLLARE NELL’ARCHIVIO HA TROVATO INSPIEGABILMENTE TUTTI I 3 FILE CON LA SCRITTA ANNULLATO.

Ci risulta che se anche fosse vero, l’interessata avrebbe ricevuto un email di annullamento e la domanda annullata sarebbe stata presente nell’archivio.

In effetti come è detto chiaro per la procedura della mobilità l’annullamento può essere fatto solo inserendo il codice personale:COSA CHE NON E’ AVVENUTA.

Pertanto se l’avesse annullata nell’archivio ci sarebbero stati 4 file e non 3

Ora il fatto si ripropone a livello di scuola primaria e di scuola dell’infanzia , ma qui è una cosa diversa, è evidente il caso di docenti che non hanno indicato nella domanda entrambi gli ordini di scuola