CONCORSO ORDINARIO SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA 2020

Il bando(Decreto n. 498 del 21.4.2020) disciplina le modalità di espletamento dei concorsi ordinari per titoli ed esami, alla copertura di complessivi 12.863 posti nelle scuole dell’infanzia e della primaria di cui:
* Infanzia: posti comuni 912 e 1.014 posti di sostegno;
* Primaria: posti comuni 5.104 e 5.833 posti di sostegno che si prevede si renderanno vacanti e disponibili per il biennio costituito dagli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022.

REQUISITI (ART. 3)

  • Laurea in scienze della formazione primaria;
  • diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • per il sostegno è richiesto anche il possesso dello specifico titolo di specializzazione in aggiunta ad uno dei titoli precedenti.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE TERMINE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE(ART. 4)

Dalle ore 9.00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23.59 del 3’1 luglio 2020.
-istanza di partecipazione al concorso unicamente in modalità telematica. – attraverso l’applicazione “Piattaforma Concorsi e Procedure selettive”
-Unica Regione
Per non più di quattro procedure:
-infanzia ;
primaria;
-posto di sostegno anche in entrambi gli ordini di scuola.

Contributo di segreteria pari ad euro 10,00 per ciascuna delle procedure per cui si concorre. – Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto intestato a:
sezione di tesoreria 348 Roma succursale IT 28S 01000 03245 348 0 13 2410 00 Causale: “regione – ordine di scuola / tipologia di posto – nome e cognome – codice fiscale del candidato”
oppure attraverso il sistema “Pago In Rete”

Nella domanda vanno dichiarati , oltre le normali dichiarazioni previste dalle domande di concorso, anche:
Procedura a cui si intende partecipare;
Titolo di accesso;
Titoli valutabili(allegato A);
Versamento contributo di partecipazione.

EVENTUALE PROVA PRESELETTIVA (ART. 7)

Si svolgerà solo qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250. I quesiti sono estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero 20 giorni prima dell’avvio delle sessioni di preselezione.
Computer based

  • 20 domande capacità logiche
  • 20 domande di comprensione del testo
  • 10 domande di conoscenza della normativa scolastica.
    Durata 50 minuti.
    Punteggio
  • 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate.
    Alla prova scritta è ammesso un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura.

PROVA SCRITTA (ART. 8)
PROVA SCRITTA POSTI COMUNI
180 minuti
due quesiti a risposta aperta.
valuta all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia.
un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.
Valutazione
massimo 40 punti.

a ciascuno dei due quesiti a risposta aperta, è assegnato dalla commissione un punteggio compreso tra zero e 18 che sia multiplo intero di 0,5.
Al quesito articolato in otto domande a risposta chiusa,la commissione assegna un punteggio compreso tra zero e 4, corrispondenti a 0,5 punti per ciascuna risposta esatta.
-è superata con un punteggio minimo di 28.

Il superamento della prova scritta è condizione necessaria per accedere alla prova orale.
PROVA SCRITTA POSTI DI SOSTEGNO
è articolata in due quesiti a riposta aperta inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.
Valutazione
massimo 40 punti.
a ciascuno dei due quesiti a risposta aperta, è assegnato dalla commissione un punteggio compreso tra zero e 18 che sia multiplo intero di 0,5.
Al quesito articolato in otto domande a risposta chiusa, la commissione assegna un punteggio compreso tra zero e 4, corrispondenti a 0,5 punti per ciascuna risposta esatta.
è superata con il punteggio minimo di 28. Il superamento della prova scritta è condizione necessaria per l’accesso alla prova orale.

PROVA ORALE(ART. 9):ALLEGATO A PROGRAMMI CONCORSUALI

consiste in una progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione;
valuta la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle tecnologie dell’informatica e della comunicazione, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti;

per i posti di sostegno valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l ‘impiego delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione.

Per la valutazione della prova orale, la commissione di avvale della griglia di valutazione di cui agli allegati B1/B2/B3/B4 al Decreto 9.42019 n. 327.

Punteggio massimo 40 punti

VALUTAZIONE TITOLI (ART. 12)

TABELLA A : D.M. 20 aprile 2020 N. 200. Punteggio massimo 20 punti.

DIARIO E SEDE DI ESAME (ART. 10)

Sarà pubblicato sulla G.U. serie Concorsi ed esami e su sito Ministero e degli USR responsabili della procedura concorsuale . Elenco delle sedi di esame almeno 15 giorni prima.
Documenti da portare alle prove: Documento di riconoscimento, Codice Fiscale e ricevuta di versamento.

GRADUATORIE DI MERITO REGIONALI(ART. 13 )
La Commissione procede alla compilazione delle graduatorie di merito per ciascuna procedura valutando le prove ed i titoli, nel limite massimo dei posti messi a concorso con una maggiorazione del 10%.
Le graduatorie sono utilizzate annualmente per le immissioni in ruolo nei limiti dei contingenti annuali autorizzati.