RIDUZIONE PENSIONE ANTICIPATA PER ETA: QUESITO

Una docente di 60 anni che va in pensione 1.9.2018 per pensioni anticipata 41 anni e 10 mesi mi chiede se la sua pensioni in base all’età  inferiore ai 62 anni subirà qualche decurtazione.
Nessuna decurtazione;  la legge finanziaria (legge 11 dicembre 2016 n. 232) all’art. 1 comma 194 recita:
“Con effetto sui trattamenti pensionistici decorrenti dal 1 gennaio 2018, le disposizioni di cui all’art. 24, comma 10, terzo e quarto periodo del decreto legge 6 dicembre 2011 n. 2011, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n 244, in materia di riduzione percentuale dei trattamenti pensiositci nono trovano applicazione”.

La legge Fornero  INFATTI aveva previsto che chi avesse percepito prima dei 62 anni di età il pensionamento anticipato avrebbe subito una penalizzazione sulle anzianità retributive maturate fino al 2011. Il taglio era pari al 2% per ogni anno di anticipo rispetto ai 60 anni di età e dell’1% per ogni anno prima dei 62.
Il suddetto sistema di disincentivazione, già congelato sino al 31.12.2017 dall’articolo 1, co. 113 della legge 190/2014(vedi Circolare INPS 74 del 10.4.2015), è stato soppresso in via definitiva, anche dopo il 2017, dall’articolo 1, co. 194 della legge 232/2016.