FC: DOMANDE DI MESSA A DISPOSIZIONE(MAD)

Anche per le assunzioni dalle domande di messa a disposizione vigono le stesse regole delle graduatorie di circolo/istituto:
1) titoli di accesso validi ad esempio titolo conseguito nei corsi sperimentali dell’istituto magistrale è valido purchè corrisponda al diploma di “Maturità magistrale”(non valido – come precisa il Miur nel bando di concorso 2016-il diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27, in quanto il piano di studio non prevede le materie caratterizzanti necessarie ai fini del riconoscimento del valore abilitante del titolo, ovvero sia le Scienze dell’Educazione, la Pedagogia, la Psicologia generale, la Psicologia sociale e Metodologia ed esercitazioni didattiche comprensive di tirocinio);
2)i docenti non devono essere già inclusi in  alcuna graduatoria di istituto.

L’USP di Forlì ha emanato apposita nota in data 15.2.2017

Documenti allegati



15 MARZO 2017: SCADENZA DOMANDA PARTTIME

Si ricorda che la domanda per la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo pieno in rapporto a tempo parziale va presentata dal personale docente, educativo ed Ata al dirigente scolastico entro il 15 marzo  2017.
Entro la stessa data il personale in parttime dall’1.9.2015 o dagli anni precedenti,  può chiedere il rientro a tempo pieno.
NON DEVE PRESENTARE DOMANDA CHI E’ IN PARTTIME DALL’1.9.2016 IN QUANTO IL  CONTRATTO DI PARTTIME HA UNA DURATA SENZA LIMITI DI TEMPO E SOLO DOPO DUE ANNI PUO’ ESSERE “DISDETTO” cioè si può chiedere il rientro a tempo pieno.
Il tempo parziale, durata minima 2 anni, può essere :
a) con articolazione della prestazione di servizio ridotta in tutti i giorni lavorativi (tempo parziale orizzontale);
b) con articolazione della prestazione su alcuni giorni della settimana, del mese, o di determinati periodi dell’anno (tempo parziale verticale);
c) con articolazione della prestazione risultante dalla combinazione delle due modalità indicate alle precedente lettere a) e b) (tempo parziale misto), come previsto dal D.Lvo 2.2000, n. 61.
Il personale con rapporto di lavoro a tempo parziale è escluso dalle attività aggiuntive aventi carattere continuativo.
L’USP di Forlì ha inviato alle scuole con nota n. 577 del 10.2.2017 le istruzioni operative, con cui demanda alle scuole la gestione delle domande di parttime(nuovi parttime- modifiche orario- rientro a tempo pieno) ed emissione del relativo provvedimento.
Sul sito dell’USP  di Forlì il modulo domanda(clicca qui)



RICOSTRUZIONE CARRIERA:TEMPI DECRETI

In base al comma 209 della legge 107/2015  il personale della scuola immesso in ruolo da 1.9.2015 che ha superato il periodo di prova al 31.8.2016  ha presentato domanda di ricostruzione di carriera dal 1 settembre al 31 dicembre 2016  alla scuola di titolarità con dichiarazione personale per i servizi prestati.

Lo stesso comma prevede che per la programmazione della spesa il Miur deve comunicare entro il  successivo 28 febbraio al MEF i dati relativi alle ricostruzioni di carriera.

La scuola di titolarità dopo la presentazione delle domanda  richiede  alle scuole la certificazione del servizio  con la dicitura “rilasciato ai fini dell’acquisizione d’ufficio”, in quanto la Ragioneria di Forlì richiede che i certificati di servizio vengano allegati al decreto di ricostruzione.

I termini  per la scuola per emettere il decreto erano di 480 giorni(D.M.6.04.1990 n. 90)  ma la legge 18.6.2009 n. 69 al’art. 7 (certezza dei tempi di conclusione del procedimento) modificando l’art. 2 della legge 241/1990 prevede che con DPR devono essere stabiliti  termini non superiori a 90 giorni. Qualora l’Amministrazione non procede il termine è di 30 giorni( circolare della Presidenza del Consigli dei Ministri 4 luglio 2010 in G.U. n. 228 del 29.9.2010).

La ragioneria provinciale dello Stato(R.T.S.) ha 60 giorni di tempo dal ricevimento per vistare  il decreto inviato dalla Scuola (art. 8 Dlvo 30.6.2011 n. 123).

Si fa presente che dal 1 febbraio 2015 la sede R.T.S. di Rimini è stata soppressa e tutte le funzioni sono passate alla sede R.T.S. di Forlì-Cesena.
Si ritiene pertanto nel rispetto della data del 28 febbraio( programmazione spesa) che le scuole devono fare tutte le ricostruzioni di carriera entro  30 giorni e comunque entro il 30 gennaio.

 



PROROGA GAE : UN ANNO O DUE ANNI?

Il MILLEPROROGHE 2015 all’art. 1 in fase di conversione in legge del D.L. 30.10.2105 n. 210 in LEGGE 25.2.2016 n. 21 ha aggiunto  all’articolo 1 il comma 10 bis che proroga le GAE 2014/2017.

«10-bis. Il termine per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento di cui all’articolo 1, comma 605, lettera c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296, gia’ aggiornate per il triennio 2014/2017, e’ prorogato all’anno scolastico 2018/2019 per il triennio successivo. Conseguentemente, le prime fasce delle graduatorie di istituto di cui all’articolo 5, comma 5, del regolamento di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 13 giugno 2007, n. 131, per il conferimento delle supplenze ai sensi dell’articolo 4, comma 5, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sono aggiornate a decorrere dall’anno scolastico 2019/2020. Restano fermi i termini per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto di seconda e di terza fascia.”

LA LETTURA DI TALE TESTO, scritto in burocratese, HA SUSCITATO DUE interpretazioni :
-chi sostiene che la proroga delle GAE  è di un solo anno in quanto si parla di termine di aggiornamento: quindi GAE validità 2014/2018 e triennio successivo 2018/21.
-chi sostiene invece che la proroga delle GAE è di due anni, in quanto legata alle graduatorie di istituto di I fascia: quindi GAE validità 2014/2019 e triennio successivo 2019/22.

Quello che è certo è che le graduatorie di istituto di II e III fascia  per il 2017/20 usciranno a breve entro giugno 2017.

LE GAE  per il prossimo triennio INVECE NON USCIRANNO NEL 2017 MA NEL 2018 O ADDIRITTURA NEL  2019.



MIUR: NOTA 31.1.2017 N. 237 E NOTA 7.2.2017 N. 5177

il Miur ha emanato la nota 237 del 31.1.2017 con cui fornisce indicazioni in merito all’adeguamento delle classi di concorso e creazione del’organico unico.
A tutti i docenti di ruolo della scuola media e della scuola superiore verrà attribuita la nuova classe di concorso con decorrenza 1.9.2017 in base alla tabella  di corrispondenza di cui al D.P.R. 19/2016.
Analogamente , a tutto il suddetto personale verrà attribuita la nuova sede di organico dell’autonomia(scuole medie, istituti superiori, scuole serali, ospedaliere, carcerarie e speciali) con decorrenza 1 settembre 2017. Le operazioni si concluderanno il 4 marzo 2017.

Ha emanato anche la nota 7.2.2017 prot. 5177, che richiama la precedente, avente per oggetto “Operazioni propedeutiche all’avvio della mobilità 2017/18 “.(clicca qui)



SCHEDA SNALS: NOVITA’ IN MATERIA DI MOBILITA’ 2017/2018

Si segnala(clicca qui) una informativa elaborata dallo SNALS di Vicenza sulle Novità in materia di mobilità introdotte da ipotesi CCNI mobilità siglato il 31 gennaio 2017 per l’a.s. 2017/2018:
-Vincolo triennale.
-Preferenze esprimibili.
-Organico unificato per IIS e IC.
-Trasferimento da ambito a scuola.
-Unica domanda.
-individuazione perdenti posto.
-Precedenze.
-Valutazione servizio preruolo e in altro ruolo nella mobilità volontaria.
-Valutazione servizio preruolo e in altro ruolo nella mobilità d’ufficio(graduatoria interna).
-Aliquote per le varie operazioni.
-QUANDO SI POTRANNO PRESENTARE LE DOMANDE.