Archivi categoria: Senza categoria

15 GENNAIO 2017: SCADENZA DOMANDA RIAMMISSIONE IN SERVIZIO

Il personale docente ed ATA cessato dal servizio può chiedere  la riammissione in servizio presentando domanda entro il 15 gennaio 2017 all’USR/USP .

Normativa di rifermento : C.M. 4.8.1989 n. 274, C.M. 20.6.1990 n. 194,  C.M. 11.6.91 n. 155, art. 516 D.L. vo   16 aprile 1994 n. 297  ,  art. 132 D.PR. 10.1.1957 n. 3, art. 146 comma 1 lett. g, comma 10 del CCNL 29.11.2007



D.M. 797/2016 : PIANO FORMAZIONE DOCENTI 2016/2019

Il Miur sul sito tra le news(clicca qui) ha pubblicato la nota 1-12-2016 protocollo n. 3373 in data 6-12-2016 con cui  trasmette il D.M.n. 797 del 19 ottobre 2016 e fornisce indicazioni per un efficace utilizzo delle risorse assegnate alle scuole polo, per lo sviluppo dei piani formativi delle istituzioni scolastiche negli ambiti territoriali.



CARTA DEL DOCENTE: AVVISO MIUR ONLINE PIATTAFORMA

E’ stato pubblicato sul sito Miur in data 28 novembre(clicca qui)  un avviso relativo a Carta del docente nel quale si preannuncia che a partire dal 30 novembre sarà possibile per i docenti di ruolo utilizzare online, tramite un borsellino elettronico, i 500 euro per l’aggiornamento professionale.
Per il supporto degli insegnanti sarà attivato un call center specifico sull’utilizzo della carta.
Per accedere all’applicazione i docenti devono acquisire l’identità digitale SPID.
I 500 euro potranno essere spesi generando buoni spesa sull’apposita piattaforma.



NOTA MIUR 5.9.2016 ORGANICO DELL’AUTONOMIA

Il Miur ha pubblicato in prima pagina sul sito(clicca qui) e tra le news del 5.9.2016 (clicca qui) la nota prot. n 2852 del 5.9.2016(clicca qui) del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione-organico dell’autonomia con cui in coerenza con “Gli orientamenti per l’elaborazione del Piano triennale dell’offerta formativa”(prot n. 2805 dell’11 dicembre 2015) intende fornire indicazioni ed orientamenti di massima sulle potenzialità offerte dalla gestione dell’organico dell’autonomia.



ORGANICO DI FATTO: NOTA MIUR 22.7.2016 PROT. 19990

Il Miur ha inviato agli USR la nota 19990 del 22.7.2016 adeguamento degli organici dell’autonomia del personale docente alle situazioni di fatto.

Nella nota si fa rinvio al Decreto interministeriale di determinazione dell’organico triennale dell’autonomia e alle Note 11729 del 29 aprile 2016 e 13586 del 12 maggio 2016



SCHEDA DOS E MOBILITA’

A richiesta si pubblica una SCHEDA DOS elaborata dall’USP di Milano con una scheda chiarificatrice della valutazione dei titoli generali. Analoga scheda DOS l’USP di Roma(clicca quI)

L’USR del Molise ha fornito chiarimenti con FAQ in merito alle problematiche DOS(clicca qui)

si segnalano la quarta e la quinta che confermano quanto da me sostenuto:

“4. I docenti titolari D.O.S. assunti 2015/2016 in Fase 0 e A, al pari dei docenti assunti fino al 2014/15, hanno la possibilità di richiedere, entro il 16 aprile 2016, quale sede di titolarità la scuola di attuale servizio?

SI – I docenti destinatari dell’art. 7, comma 2, del C.C.N.I. 8 aprile 2016, sono i docenti assunti a tempo indeterminato entro l’anno scolastico 2014/2015 e nelle Fasi assunzionali 0 e A nell’anno scolastico 2015/2016”
“5. Il docente D.O.S. che ha prodotto domanda di conferma della titolarità nella scuola di attuale servizio, può presentare domanda di trasferimento per scuole dello stesso comune di titolarità?

SI – Per le preferenze espresse comprese nel comune di titolarità partecipa, però, ai movimenti di cui alla Fase A-2Provinciale (considerato proveniente da altro comune).”



DOS CONFERMA E DOMANDA MOBILITA’

E’ sorto il problema sui docenti DOS delle superiori.

Chi può presentare domanda di conferma sulla sede di utilizzo ?:

Quasi tutti i provveditorati dicono solo i DOS in ruolo entro il 2014/15

I sindacati dicono anche i DOS della fase 0 e fase A.

il Miur TACE.

Nella nota di accompagnamento 8.4.16 alla O.M. il Miur  precisa che il conferimento della titolarità sulla sede di attuale servizio “non consente di usufruire della precedenza nei trasferimenti all’interno del Comune nel quale si è acquisita la titolarità per conferma(fase A punto 1 del’allegato al CCNI sulla sequenza delle operazioni)”

ed aggiunge

“le SS.LL. sono pregate di consentire al personale interessato eventuali revoche delle conferme già richieste sino alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande relative alla prima fase dei movimenti(23 aprile p.v.)”

Tale precisazione della nota di accompagnamento ha suscitato le più varie interpretazioni:

  1. se non ritiri la domanda di conferma non puoi presentare entro il 23.4.2016  domanda di mobilità neanche ,se hai terminato il quinquennio, per il posto comune
  2.  può presentare domanda di mobilità non per il comune di servizio ma per altro comune
  3. SEGNALO  CHE   PAG. 59  DEL CCNI  sulla sequenza delle operazionI al punto 2 Provinciale la  lettera “F) trasferimenti a domanda dei docenti titolari in provincia, compresi i titolari in esubero sulla provincia, i docenti della dotazione organica di sostegno ed i docenti provi di sede”: secondo me questo significa che i docenti possono presentare domanda anche se chiedono conferma e verranno trattati da fuori comune”

La nota di accompagnamento precisa inoltre:

“nel caso di insufficienza  di posti attribuibili nelle sedi attuali si dovrà ricorrere alle graduatorie interne compilate secondo quanto previsto dall’ar.t 7 del CCNI allegato”

l’art. 7 del CCNI recita al comma 3

“nel caso di più aspiranti allo stesso tipo  posto trovano applicazione gli elementi di cui alla tabella per i trasferimenti a domanda”

Questa frase “tabella trasferimenti a domanda” ha  suscitato negli USP perplessità:

le graduatorie dicono devono essere fatte come per tutti gli altri docenti con le tabelle dei trasferimenti d’ufficio (considerando anche la continuità nel Comune, le esigenze di famiglia- non allontanamento dal familiare(ad esempio coniuge)- figli, la valutabilità del servizio preruolo:fino a 4 anni punti 3 per anno, poi punti 2 per ogni altro anno) e non con le tabelle dei trasferimenti a domanda( no esigenze di famiglia, no continuità nel Comune, servizio pre-ruolo valutabile sempre 3 punti per ogni anno). IN TAL SENSO LA SCHEDA DOS SUI SiTI DEGLI USP(ad esempio Milano)

IL MIUR AL MOMENTO TACE

Si segnala un articolo(clicca qui) sull’argomento della CGIL scuola  sull’argomento , in sostanza riporta lo spirito della trattativa. Tale interpretazione  risulta condivisa da tutti gli altri sindacati