Archivi categoria: Pensioni

PENSIONANDI SCUOLA 2021 : DETERMINA PENSIONE(SCHEDA BONINSEGNA)

I pensionandi 2021 stanno ricevendo a casa in questi giorni il decreto della pensione ( la cosiddetta “determina di pensione”- mod. S.M. 5007) che indica nella seconda pagina L’IMPORTO ANNUO LORDO (per 12 mensilità) DELLA PENSIONE da 1.9.2021.
Si consiglia di far controllare il documento dal Sindacato che farà anche il calcolo netto della pensione mensile( annuo diviso 12, – Irpef netta( Irpef Lorda- detrazione per reddito) = netto mensile in tasca).Tale determina si trova anche nel sito dell’INPS(vedi scheda BONINSEGNA ALLEGATA).
Nel caso si riscontri un errore è possibile fare ricorso entro un mese dal pagamento della pensione. In tal caso si consiglia di presentare anche la RICHIESTA DI RIESAME.
La pensione si riceverà il 1 settembre 2021 o al più tardi il 20 settembre.
IL PENSIONANDO AD AGOSTO RICEVERA’ L’ULTIMO STIPENDIO assieme agli 8/12 della tredicesima e pagherà tutte le RATE previste fino a novembre di addizionali oltre è possibile che ci sia il conguaglio. La DPT (il tesoro) chiuderà quindi la partita di spesa e non potrà operare per eventuali acconti IRPEF.
I cedolini della pensione si potranno visualizzare nel sito dell’INPS che il 20 del mese precedente li pubblica. Sul cedolino della pensione fino a dicembre non vi sono le addizionali in quanto si riferiscono all’anno precedente : si sono infatti tutte pagate nello stipendio di agosto. SOLAMENTE DA GENNAIO 2022 si pagherà sul cedolino pensione le addizionali riferite ai 4 mesi della pensione da settembre a dicembre del 2021, in 11 rate.
ATTENZIONE : se si è già fatto il 730 e il CAF ha messo come datore di lavoro la RTS, nel caso si debba pagare un acconto si deve fare in BANCA con F24 , per non incorrere in una sanzione nel 730 del prossimo anno 2022 relativo ai Redditi 2021(vedi in proposito mio precedente articolo del 21.10.2020- clicca qui- a cui è allegata SCHEDA BONINSEGNA).
Il prossimo anno si deve comunque fare il 730 in riferimento ai due cud, quello del Tesoro (8 mesi)e quello dell’INPS(4 mesi) e in questa occasione si pagheranno le addizionali relative allo stipendio della RTS (del tesoro) che in genera ammontano a più di 500 euro( Vedi sull’argomento il mio precedente articolo pubblicato-clicca qui– il 24 agosto 2020 che risponda ad un quesito posto da un pensionando 2019- che pur non avendo altri redditi si è trovato nel cedolino di settembre 2020 tale somma).



RIFORMA PENSIONI 2022 : LE PROPOSTE DELL’INPS

 Dopo il “tramonto” di  QUOTA  100 dal 01/01/2022 l’INPS nel Comunicato stampa del 12 luglio 2021 propone 3 Ipotesi di accesso alla pensione con simulazione delle relative “spese”.

Nella allegata scheda del prof. Renzo Boninsegna vengono commentate le citate ipotesi dell’INPS e vengono evidenziati i relativi riflessi di ciascuna nel calcolo importo pensionistico pagato.



PENSIONATI 2017:IN PAGAMENTO RILIQUIDAZIONE(SCHEDA BONINSEGNA)

In sintesi: Buone notizie per i pensionati scuola dal 01/09/2017. Alcune sedi INPS nel corrente mese di giugno 2021 hanno messo in pagamento la riliquidazione del T.F.S. (buonuscita) per effetto applicazione CCNL scuola  19/04/2018.

Nella allegata scheda del prof. Renzo Boninsegna viene spiegata la procedura della riliquidazione precisando che il ricalcolo è legato all’aggiornamento CCNL 19/04/2018, ma anche alla detassazione di cui all’art.24 D.L.n.4/2019. La competente sede INPS – settore TFS – paga la differenza derivante  dall’aggiornamento delle tabelle CCNL 19/04/2018, ma non può restituire la minore IRPEF derivante dalla detassazione

Il credito d’imposta generato dalla riliquidazione ed indicato nell’apposito prospetto sarà riportato nel mod.CU (certificazione unica) 2022 e quindi  utilizzabile nel mod.730/2022 (redditi anno solare 2021) per ridurre il saldo IRPEF (da versare) oppure per aumentare il rimborso IRPEF  spettante.



DIPENDENTI IN REGIME PENSIONISTICO “CONTRIBUTIVO PURO” : RISCATTO PERIODI NON COPERTI DA CONTRIBUZIONE E RISCATTO LAUREA(SCHEDA BONINSEGNA)

L’INPS, con il messaggio 13 maggio 2021, n. 1921, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla pace contributiva e riscatto laurea a costo ridotto per i dipendenti in regime pensionistico “CONTRIBUTIVO PURO” e cioè con primo contributo previdenziale successivo al 31/12/1995.

In particolare l’INPS precisa che la domanda di riscatto cd. pace contributiva (PERIODI NON COPERTI DA CONTRIBUZIONE) scade il 31/12/2021, mentre il riscatto dei corsi di studio universitari con le modalità “agevolate”  è invece attivabile anche negli anni successivi al 2021.

Nella allegata scheda del prof. Renzo Boninsegna viene descritta, con relativi esempi e costi, la possibilità di “potenziare” la propria posizione assicurativa, utilizzando le citate forme di riscatto.



PENSIONANDI 2021 CON ESITO POSITIVO DIRITTO PENSIONE: ALTRI DOCUMENTI IN ARRIVO(SCHEDA BONINSEGNA)

I pensionandi scuola 2021 che hanno ricevuto la notifica dell’esito positivo certificazione diritto pensione dal 01/09/2021  accertato dalla competente SEDE INPS, riceveranno  nei prossimi mesi  da parte della scuola di titolarità altri documenti.

Nell’allegata scheda del Prof. Renzo Boninsegna vengono descritti i documenti in arrivo e viene anticipata la possibilità di crediti (da ricevere) oppure di debiti (da restituire) conseguenti al decreto di ultimo inquadramento economico (carriera) che sarà emanato dalla scuola di titolarità.



PENSIONI 2021 DOSSIER INPS

L’INPS mette a disposizione degli utenti il nuovo dossier “Criteri generali per la pensione” nel quale si potranno consultare tutte le informazioni sui requisiti previsti, nel 2021, per andare in pensione.
In sintesi le indicazioni contenute nel nuovo Dossier riguardano:

  • tutti i trattamenti pensionistici del sistema italiano
  • i requisiti richiesti ai lavoratori in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e ai lavoratori in possesso di anzianità contributiva dal 1° gennaio 1996
  • la finestra utile per andare in pensione
  • e il cumulo dei periodi assicurativi.