Archivi categoria: In evidenza

RICHIESTA DOCUMENTAZIONE PENSIONANDI 1.9.2018

L’Usp di Forlì ha inviato alle scuole la circolare datata 20.03.2018 (clicca qui) con cui richiede con sollecitudine e comunque entro il 16.4.2018 ai PENSIONANDI da 1.9.2018 di inviare  tramite la scuola i seguenti documenti:

1) dichiarazione dei servizi(NUOVA VERSIONE),

2) copia della domanda di pensione diretta ordinaria di vecchiaia/anzianità inviata all’INPS gestione ex INPDAP on-line unitamente all’attestato di ricezione telematica;

3) dichiarazione personale, comprensiva dei dati concernenti la composizione del nucleo familiare e delle detrazioni di imposta; in caso di godimento di altra pensione è necessario allegare copia della relativa certificazione;

4) dichiarazione debitoria (allegato 05) in duplice copia; in presenza di ritenute nel cedolino per prestiti/mutui con istituti diversi dall’ex INPDAP occorre allegare copia dei relativi contratti e dichiarazione del debito residuo rilasciato dall’Ente creditore;

5) modulo per l’accreditamento del TFS in conto corrente bancario o postale.

La modulistica (dichiarazione servizi- dichiarazione personale-Allegato 5- modulo accreditamento TFS-TFR) è pubblicata sul sito dello stesso USP(clicca qui).

Nella stessa nota invita le scuole a trasmettere entro il 31.3.2017 anche i prospetti delle retribuzione accessorie corrisposte a decorrere dall ‘1.1.1996, oltre i prospetti riepilogativi dei periodi di ruolo prestati con rapporto di lavoro parttime.

 



FAQ CONCORSO DOCENTI ABILITATI 2018

Il Miur ha pubblicato le prime 19 FAQ(clicca qui) sul concorso docenti ABILITATI 2018.

  1. D: Il Bando prevede il pagamento di un diritto di segreteria di 5 euro. Io sono abilitato in più classi di concorso della scuola secondaria. Come devo effettuare il pagamento?
    R: Il pagamento deve essere effettuato, distintamente per ogni procedura a cui si partecipa. Quindi, se si partecipa per più classi di concorso, il pagamento deve essere effettuato per ciascuna classe di concorso/posto per cui si concorre. Anche per la partecipazione ad una classe di concorso ricompresa in un ambito disciplinare verticale, il pagamento deve essere effettuato per ciascuna classe di concorso ricompresa nell’ambito.
  2. D: Ho conseguito l’abilitazione con una procedura che dà accesso ad un ambito disciplinare verticale. Ho verificato che l’istanza consente di comunicare la richiesta di partecipazione solo per le singole classi facenti parte dell’ambito. Posso dichiarare due volte la stessa abilitazione?
    R: Sì, la stessa abilitazione può essere spesa sia per la classe di concorso di scuola secondaria di primo grado che per quella del secondo grado. Le due classi possono essere richieste entrambe. Non è possibile chiedere l’ambito, ma le singole classi di concorso facenti parte dell’ambito.
  3. D: Nel Menù Procedura di conseguimento dell’abilitazione che differenza c’è tra TFA D.M. 249/2010 art. 3 comma 3 e TFA D.M. 249/2010 art.15 comma 1 e 17?
    R: L’art. 3, com.3 del D.M. 249/2010 fa riferimento esclusivamente ai corsi di abilitazione nelle discipline artistiche, musicali e coreutiche. Indicare l’ art. 15 comma 1 e 17 del D.M. 249/2010 per tutte le altre abilitazioni conseguite con corsi TFA ordinari
  4. D: Quali sono i titoli di abilitazione che danno diritto al bonus di 19 punti previsto in Tabella? (Punti A.1.2. – A.2.2 e A.3.2.)
    R: Sono quelli riportati al punto A.4 della tabella di valutazione di titoli di II fascia delle graduatorie di Istituto del personale docente ed educativo, allegata quale Tabella A al D.M. 1 giugno 2017 n. 374.
  5. D: Per le abilitazioni che necessitano di titoli congiunti (A023, A053, A055, A063, A064), il riferimento al 31 maggio 2017 è relativo al solo titolo di specializzazione o si estende anche ai titoli congiunti?
    R: Anche i titoli congiunti devono essere posseduti alla data del 31 maggio 2017.
  6. D: Per il titolo di specializzazione in Italiano L2, richiesto per l’accesso alla classe di concorso A023, il D.M. 92/2016 fa riferimento ai soli titoli conseguiti entro l’anno accademico 2015/16. I titoli conseguiti successivamente non sarebbero quindi validi?
    R: Il riferimento all’a. s. 2015/2016 era relativo al concorso per titoli ed esami del 2016. Ai fini della presente procedura sono validi anche i titoli acquisiti successivamente, purché entro il 31 maggio 2017.
  7. D: Al punto B.5.1. della Tabella è prevista l’attribuzione di 5 punti per il superamento di tutte le prove di precedenti concorsi pubblici…. “per altra classe di concorso o tipologia di posto”. Vale anche per i Concorsi per la scuola primaria, per la scuola dell’infanzia, per il personale educativo e per i posti di sostegno?
    R: Si.
  8. D: E’ valutabile il titolo di specializzazione sul sostegno da acquisire con il III ciclo di TFA (punto B.5.7.)?
    R: No, in quanto sono valutabili soltanto i titoli posseduti alla data di scadenza della domanda. Il titolo di specializzazione non ancora conseguito ma da conseguirsi entro il 30 giugno 2018 vale solo come requisito di accesso con riserva.
  9. D: Ho letto che la certificazione C1 in lingua straniera vale 6 punti; avendo due certificazioni C1, sono solo 6 punti o si sommano e ne sono 12? Posso inserirle entrambe (punto B.5.10)?
    R: La funzione POLIS permette l’inserimento di più di una certificazione linguistica purché, se di pari livello, relative a lingue diverse.
  10. D: Il punto B.5.10 della tabella fa riferimento in modo generico alle “Certificazioni linguistiche di livello almeno C1 in lingua straniera”. Pertanto sono valutabili tutte le certificazioni linguistiche oppure soltanto quelle relative alle lingue Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco?
    R: Sono valutabili tutte le lingue straniere. Infatti il D.M. 7 marzo 2012, prot. 3889, sulle certificazioni non fa distinzioni tra lingue comunitarie e non.
  11. D: Al punto D.1.2. della Tabella è prevista la valutazione del servizio di insegnamento prestato “su altra classe di concorso o tipologia di posto..”. Quindi è valutabile anche il servizio prestato sulla scuola primaria, sulla scuola dell’infanzia e come personale educativo?
    R: Si.
  12. D: Posso inserire un servizio non specifico o scegliere su quale classe di concorso caricare il punteggio dei miei servizi?
    R: Nella dichiarazione dei titoli di servizio non si deve indicare se si tratti di servizio specifico o non specifico. Tutti i servizi dichiarati sono valutati in base a ciascuna classe di concorso per cui si partecipa.
  13. D: è possibile inserire per ogni anno scolastico il servizio prestato contemporaneamente in più classi di concorso per le quali si concorre? Oppure per ogni anno si è obbligati a scegliere una sola classe di concorso?
    R: Per ogni anno scolastico è possibile inserire il servizio prestato su più classi di concorso /tipologia posto.
  14. D: Chi raggiunge i 180 giorni di servizio negli ultimi giorni prima della scadenza può comunque dichiararli pur presentando la domanda prima della maturazione dell’effettivo servizio o deve attendere di averli raggiunti?
    R: Ai fini del raggiungimento dei 180 giorni è consentito dichiarare il servizio sino al 22 marzo 2018 anche se la domanda di partecipazione al presente concorso viene inoltrata in data anteriore. Purché il sevizio venga effettivamente svolto e sia coperto da contratto. Si ricorda, altresì, che il servizio prestato non è un requisito di accesso al concorso ma titolo valutabile.
  15. D: Cosa si intende per 180 giorni continuativi? Quali contratti sono valutabili?
    R: È necessario un unico contratto o proroga del medesimo contratto ,che comprenda un periodo di servizio continuativo non inferiore a 180 giorni per ciascun anno scolastico, oppure che il servizio sia stato prestato con contratto sino all’avente diritto e trasformato in altro contratto fino al raggiungimento dei 180 gg, oppure che il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1°febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio.
  16. D: Per servizio continuativo si intende anche il servizio prestato senza interruzione ma con contratti diversi anche su scuole diverse?
    R. No, fatto salvo quanto specificato nella faq precedente.
  17. D: E’ valido il servizio prestato con un contratto sino all’avente diritto trasformato in altro contratto fino al raggiungimento di 180 giorni?
    R: Sì a condizione che il servizio sia continuativo e non vi sia stata interruzione tra i contratti.
  18. D: Eventuali assenze interrompono il conteggio dei 180 giorni continuativi, o fa fede la durata del contratto?
    R: Si considera valido il servizio giuridico in costanza di contratto. Tra le tipologie più frequenti sono ricomprese ad esempio l’assenza per malattia, congedo per maternità o parentale.
  19. D: Non sono certo che un titolo in mio possesso sia tra quelli richiesti dalla Tabella dei titoli, chi può darmi conferma? Quale punteggio avrò ?
    R: Il Candidato può dichiarare tutti i titoli in suo possesso, è esclusiva competenza delle Commissioni di Concorso valutare i titoli in base alla tabella punteggi allegata al DM 995/2017. Non rappresenta falsa dichiarazione dichiarare titoli effettivamente posseduti che si rivelino a giudizio delle Commissioni non valutabili. Per qualsiasi precisazione o dichiarazione titoli che non possa essere indicata nei campi previsti del modello di domanda, si invita a utilizzare la sezione NOTE.


CU 2018 (EX CUD) INPS

Il CU (CERTIFICAZIONE UNICA) fino al 2016 veniva consegnato ai lavoratori entro il 28 febbraio 2016. Dallo scorso anno deve essere consegnato entro il 31 marzo.
Quest’anno la data  per le feste è slittata al 3 aprile 2018.
L’INPS  già dal 8.3.2018 , rende disponibile per tutti coloro che hanno come sostituto di imposta INPS , la Certificazione Unica(CU) 2018, relativa ai redditi percepiti nel 2017.
Per i pensionati la CU è accessibile tramite il servizio Cedolino della pensione. Le certificazioni relative agli anni precedenti possono essere consultate e scaricate, invece, tramite il servizio Fascicolo Previdenziale del cittadino.



SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA ACCORDO PONTE MOBILITA’ 2018/19

Oggi 7.3.2018 CGIL ,CISL  e UIL hanno sottoscritto l’ipotesi del CCNI MOBILITA’ 2018/19.
il Miur  ha presentato la bozza quasi definitiva della O.M. che uscirà a breve.
Si sono ipotizzate le date di presentazione delle domande:
dal 3 aprile al 26 aprile 2018  personale docente;
dal 23 aprile al 14 maggio 2018 personale ATA;
dal 3 maggio al 28 maggio 2018 personale educativo.



DAL 20 MARZO AL 9 APRILE 2018 :DOMANDE PER COMMISSIONI CONCORSO DOCENTI ABILITATI

Con nota prot. n. 10031 del 20 febbraio  2018(clicca qui) ,che fa seguito a nota 14.2.2018 prot. 8900(clicca qui) , il Miur ha comunicato che le domande per partecipare alle commissioni giudicatrici del concorso docenti abilitati potranno essere presentate online dal 20 marzo al 9 APRILE 2018.
Le Commissioni di valutazione dei concorsi sono presiedute da un professore universitario o da un direttore di una istituzione AFAM o da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico e sono composte da due docenti.
I requisiti di Presidenti e Commissari e le modalità di costituzione delle Commissioni sono regolate dagli artt. 10, 11, 12 13 e 14 del D.M. 15 dicembre 2017 n. 995(clicca qui).



ATA: MODELLO D3 SCELTA SEDI PER GRADUATORIE ISTITUTO

Il  Miur con nota 11105 del 27.2.2018 avente per oggetto: “Presentazione modello D3 ATA- Adempimenti preliminari”(clicca qui)  sollecita le scuole, che non ancora hanno provveduto ,ad inserire le domande di conferma, aggiornamento e nuovo inserimento.

Con successiva nota fisserà modalità e termini di presentazione online del modello D3

Documenti allegati



ATA :CONCORSO 24 MESI-BANDI ENTRO IL 20 MARZO

Il Miur  ha emanato la  nota prot. 11117 del 27 febbraio 2018(clicca qui)  con cui, dopo aver ricordato la valutazione del servizio civile volontario dopo l’abolizione dell’obbligo di leva, la compilazione dell’Allegato H per 104, l’obbligo della riconferma dei titoli di riserva, preferenza e priorità in quanto soggetti a scadenza, invita gli USR  a pubblicare i bandi ENTRO IL 20 MARZO per i concorsi soli titoli (24 mesi) del personale ATA fissando la data di presentazione delle domande cartacee.
Solamente l’ALLEGATO G quello della scelta delle istituzione scolastiche sarà presentato online successivamente in base a termini che saranno contestuali in tutto il territorio nazionale.

Precisa infine che chi ha presentato istanza di depennamento. dalle graduatorie permanenti provinciali per iscriversi nelle graduatorie di istituto di diversa provincia può presentare domanda nelle graduatorie provinciali permanenti della provincia per cui ha presentato domanda di iscrizione nella terza fascia delle graduatorie di istituto