Archivi autore: admin

REVOCA DOMANDA DI MOBILITA’: 10 GIORNI PRIMA O 5 GIORNI PRIMA CHIUSURA AREE ?

Fino alla O.M. relativa alla mobilità  per l’as. 2016/17 sia l’art. 2(termini per le operazioni di mobilità) c. 7 sia l’art. 5(rettifiche, revoche e rinunce) stabilivano in dieci giorni il termine ultimo della domanda di revoca dei trasferimenti.

Dalla OM. dello scorso anno invece si è lasciato fermo all ‘ art 2 comma 4 il termine dei dieci giorni, mentre all’art. 5 riguardante le revoche si è precisato che “la  richiesta di di revoca deve essere inviata tramite la scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente ed è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno utile prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili”, precisando nella nota 1 che  “Fa fede il protocollo della scuola alla quale è stata presentata l’istanza di revoca ovvero quella dell’Ufficio ricevente o  la ricevuta della pec”.

Considerato  che un docente potrebbe spedire con lettera AR la domanda di rinuncia: in base alla suddetta nota se spedita 5 giorni prima non è valida(NON FA FEDE IL TIMBRO POSTALE).

PERTANTO CONSIGLIO A TUTTI DI PRESENTARE LA DOMANDA 10 GIORNI PRIMA



USR BOLOGNA: DISPOSITIVO INTEGRAZIONE ATTO UNILATERALE DIRITTO ALLO STUDIO CORSI A DISTANZA

L’USR di Bologna ha emanato una integrazione all’atto unilaterale diritto allo studio riguardante i corsi a distanza(art. 7 punto 4).

Nel dispositivo si fa riferimento all’atto unilaterale sottoscritto definitivamente 11 maggio 2017(clicca qui) ed all’Orientamento applicativo dell’ARAN _M166 del 25.9.2011(clicca qui)



ATA: SCHEDA GRADUATORIE INTERNE SOPRANNUMERARI

A seguito quesiti posti e considerato che le scuole devono preparare dopo il 14 MAGGIO 2018 e pubblicare le graduatorie interne anche del personale ATA entro il 29 maggio 2018 si ritiene utile precisare:

1) la tabella di valutazione dei titoli e dei servizi del personale ata (ALLEGATO E) è la stessa sia per i trasferimenti a domanda che per la graduatoria interna d’istituto.

2) è necessario leggere attentamente la nota 3) alla lettera B) del punto 1( anzianità di servizio) dove è evidenziata la differenza di valutazione del preruolo ai fini della mobilità a domanda(per intero) e  ai fini della graduatoria interna(i prima 4 anni per intero, il periodo eccedente i 4 anni è valutato per i due terzi). Viene precisato che  per i TRASFERIMENTI A DOMANDA  il servizio pre-ruolo svolto nella stessa area  va valutato punti 2 per ogni mese quello svolto in area diversa punti 1 per ogni mese; PER I TRASFERIMENTI D’UFFICIO(graduatoria interna) il servizio pre- ruolo va valutato sempre 1 punti ogni mese sia se svolto nella stessa area sia se svolto in area diversa.

3) è necessario prestare attenzione alla nota 4 della lettera D) in cui si precisa che “Ai fini del calcolo del punteggio di perdente posto si prescinde dal computo del triennio”.

4) è necessario prestare attenzione poi alla dicitura di cui al punto E) riferentesi alla continuità nel Comune dove è precisato “valido solo per i trasferimenti d’ufficio”  cioè le graduatorie interne.

5) è necessario anche  leggere attentamente la nota 4/Ter punti 2 Esigenze di famiglia in cui si evidenzia che nella graduatoria interna ci si riferisce non al ricongiungimento ma al non allontanamento.

6)è necessario infine leggere attentamente l’art. 45  del CCNI ed in particolare  il comma 5, 9 e 10 in cui è evidenziato che vanno valutati i titoli e le situazioni che si verificano entro il 14.5.2018.

Pertanto riassumendo:

Il Dirigente scolastico in base al comma 5 dell’art. 45 dopo il 14.05.2018 ed entro il 29 maggio 2018 deve formulare e pubblicare le graduatorie interne del personale ATA valutando i titoli ed i servizi in base alla tabella ALLEGATO E

Si ritiene utile ribadire le differenze di valutazione tra mobilità a domanda e graduatoria interna:

1)      il preruolo va valutato diversamente : nella domanda di mobilità per intero  con valutazione 2 punti quello prestato nella stessa area ed 1 punto quello prestato in area diversa;  nella graduatoria interna  per intero i primi 4 anni, i 2/3  oltre i 4 anni, con valutazione di 1 punto sia quello prestato nella stessa area sia quello in area diversa.

2)      Nella domanda di trasferimento si valuta solo la continuità nella scuola per almeno un triennio al quarto anno; nella graduatoria interna si valuta la continuità nella scuola già al secondo anno, ma si valuta anche la continuità nel Comune per i periodi immediatamente precedenti non coincidenti con la continuità nella scuola.

3)      Nella domanda di trasferimento non si valutano le esigenze di famiglia se si è titolari nello stesso comune della scuola(Nota 5/bis); per la graduatoria interna invece le esigenze di famiglia  non si interpretano come ricongiungimento ma come non allontanamento e quindi si valutano.

4)     il ruolo ed il preruolo valutato  a mese  fino al 14 maggio 2018 sia per i trasferimenti che per la graduatoria interna.

5) la continuità nella scuola va valutata ad anno intero e quindi    fino al   31 agosto 2017 sia per i trasferimenti a domanda che per la graduatoria interna. L’eventuale continuità nel Comune per anni immediatamente precedenti solo per la graduatoria interna.

6)  tutti i titoli, compresi quelli di precedenza, vanno valutati compresi quelli maturati alla data del  14.05.2018

7)RECLAMO  AL DIRIGENTE PER GRADUATORIA INTERNA: l’art 45 del CCNI  al comma 7 prevede per l’ATA che” i dirigenti contestualmente alla pubblicazione della graduatoria( n.d.r interna per i soprannumerari) ……rendono disponibili ,su richiesta degli interessati, i documenti relativi alla graduatoria stessa”.

A seguito quesiti  sulla valutabilità del servizio militare  ai fini della ricostruzione carriera ecco la normativa  :

A)Prima del 1987 veniva valutato solo se prestato in costanza di rapporto di lavoro(art. 569 Dlvo 297/94)

B) il servizio miliare in corso al 30.1.1987 o prestato successivamente (fino al 31.12.2015) è valido ai fini della ricostruzione di carriera (art. 20 legge 24.12. 86 n.958 e art .7 comma 1 legge 30.12.1991 n. 412),anche se non in costanza di rapporto di lavoro: valutabile sia per i trasferimenti che per la graduatoria interna per il personale ATA (nota 3 a tabella valutazione)(punti 1 ogni mese).

Si valuta nella ricostruzione di carriera ATA anche il servizio prestato come docente e nella mobilità a domanda viene valutato sia come servizio in un altra area (punti 1 per ogni mese)  sia nella graduatoria interna punti 1 come tutto il preruolo

 



CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI: RINVIO PUBBLICAZIONE QUESITI E PROVA PRESELETTIVA

Sulla G.U. Serie concorsi ed esami  n. 33 del 24.4.2018 (clicca qui)è apparsa la comunicazione di rinvio della pubblicazione dei quesiti per il concorso Dirigenti  Scolastici prevista per l’8 maggio 2018 al 27 giugno 2018.

Conseguentemente la prova preselettiva prevista per il il 29 maggio 2018 alle ore 10,00 è rinviata al 23 luglio 2018 ore 10.

L’elenco delle sedi sarà comunicato entro il 6 luglio 2018 tramite avviso sul sito del Miur



DOMANDA MOBILITA’ ATA: ENTRO IL 14 MAGGIO 2018

Da oggi 23 aprile 2018 il Miur ha messo in linea in istanza online l’applicazione per la presentazione online della domanda di mobilità ATA.

Il personale ATA neoimmesso è senza sede e deve pertanto presentare domanda di mobilità.

Il personale ATA può presentare domanda in due province, una quella di titolarità(o di nomina in ruolo senza sede) e un’altra a scelta.

L’USP di Forlì ha pubblicato sul sito (clicca qui) la Dichiarazione personale ATA e la Dichiarazione L. 104 ATA.

RICORDO CHE LA NOTA DEL 13.3.2017 DI TRASMISSIONE DELLA O.M.   HA APPORTATO QUESTA RETTIFICA (servizio non di ruolo piccole isole)ALLA TABELLA DI VALUTAZIONE ATA:
“4) Nell’allegato E, Lettera B1, il punteggio pari a punti 1 è da intendersi solo per i trasferimenti d’ufficio mentre per quelli a domanda il punteggio è pari a punti 2.”
Il Miur non ha ripubblicato aggiornandolo in base alla nota 3 della Tabella di valutazione titoli ATA l’ALLEGATO D dichiarazione servizio , ma si è limitato in una  FAQ   pubblicata nella pagina mobilità a precisare:
“D. Il servizio di ruolo/pre-ruolo nella stessa area dove deve essere inserito?
R. Nella casella 1 del modello on-line.”
Nella GUIDA ONLINE  (allego la pagina) è precisato cosa bisogna inserire nella casella 1 e nella casella 3.

La nota 3 alla TABELLA VALUTAZIONE infatti precisa:”La valutazione del servizio pre-ruolo svolto nella medesima area di appartenenza viene effettuata secondo il punteggio di cui alla tabella A dell’Allegato E lett. b( punti 2 nella mobilità a domanda; punti 1 nella mobilità d’ufficio). E’ valutato con punti 1 sia per la mobilità a domanda che per la mobilità d’ufficio il servizio di ruolo e non di ruolo prestato in area diversa, il servizio prestato nel ruolo docente, nonchè il servizio militare riconosciuto o riconoscibile ai fini della carriera ai sensi dell’art. 569 del decreto legislativo 297/94 e successive modifiche”.

I SINDACATI HANNO ELABORATO  UN ALLEGATO D, in assenza di quello ministeriale.
Nemmeno quest’anno il Miur ha corretto allegato E DICHIARAZIONE DI SERVIZIO CONTINUATIVO dove nella prima pagina  manca una frase dopo nome e cognome “DICHIARA, SOTTO LA PROPRIA PERSONALE RESPONSABILITA’ A -DI PRESTARE SERVIZIO , NEL CORRENTE ANNO SCOLASTICO ……/….””
DALLO SCORSO ANNO SI VALUTA ANCHE IL SERVIZIO NON DI RUOLO PRESTATO PRESSO ENTI LOCALI O PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (come da tabella valutazione  voce c) anche se nel modulo domanda PDF c’e scritto ruolo)(FAQ N. 4 MIUR).
Infatti fiino all’anno scorso veniva valutato solo il servizio DI RUOLO PRESTATO PRESSO ENTI LOCALI O PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI.

ATTENZIONE: chi presenta domanda di mobilità dovrà indicare in maniera chiara i periodi e la qualifica in modo tale che l’USP possa procedere ad una valutazione corretta.
Il lavoro dell’USP  con il  vecchio ALLEGATO D si complica in quanto tutto il servizio preruolo prestato e riconosciuto ai fini della carriera si valuta in maniera diversa  nella mobilità a domanda: se prestato nella stessa area punti 2 ogni mese ,se prestato in area diversa punti 1 ogni mese.

 



PROROGA SUPPLENZE ATA: NOTA MIUR 19.4.2018 PROT. 20117

ll Miur ha emanato la nota 19 aprile 2018  prot.  20117 con cui comunica agli USR che i contratti di supplenza i contratti potranno essere prorogati a norma dell’art. 1 comma 7 del D.M. 430/2000 (Regolamento supplenze ATA) e della Nota Miur prot. 8556 del 10.6 .2009 reiterata negli anni successivi e che si conferma anche per il corrente anno scolastico.



CEDOLINO PENSIONE MAGGIO 2018

L’INPS ha messo in linea  oggi 20 aprile nel percorso normale il cedolino pensione del mese di MAGGIO 2018 in pagamento dal 2 MAGGIO.

Si fa presente che il CCNL Scuola è stato firmato il 19.4.2018: ne benficeranno sulla pensione i docenti in pensione da 1.1.2016 e quelli in pensione da 1.9.2017, ma i tempi per l’adeguamento della pensione  al CCNL  2018 non saranno brevi.

La buonuscita, che in generale si percepisce dopo due anni(ed un massimo di ulteriori 90 giorni), invece sarà liquidata in base agli aumenti contrattuali al momento della pensione.

Naturalmente detto personale se andato in pensione 1.9.2016 avrà gli arretrati del CCNL  sullo stipendio di 8 mesi; se andato in pensione il 1.9. 2017  avrà gli arretrati del CCNL sullo stipendio di 20 mesi.